Metodi e strumenti innovativi per la visualizzazione di grandi quantità di dati generati dai territori e dalle città del futuro.

Il Visual Lab offre competenze e strumenti tecnologici innovativi per permettere la fruizione delle grandi quantità di dati generati nell’ambito delle attività di studio e sviluppo del territorio.
Il gruppo di lavoro è esperto nella gestione e presentazione dei dati, è dotato di aree attrezzate ed ha sviluppato software e metodologie di processamento che mette a disposizione degli utenti.

Il Visual Lab include un insieme di strumenti di visualizzazione innovativi e trasversali alle discipline che compongono i sistemi territoriali. La rappresentazione dinamica di dati è un tema di sempre maggiore interesse nella attuale cultura tecnologica a servizio delle città intelligenti ed elemento fondamentale per l’attuazione di processi partecipativi.
I dati sono elemento trasversale ed unificante per tutti gli studi che riguardano la città e il territorio. La loro visualizzazione e comprensione, anche attraverso nuove tecnologie emergenti quali la Realtà Virtuale ed Aumentata, sono necessari per supportare il trasferimento di conoscenza, l’interdisciplinarietà e i processi decisionali.
Questo rende il Visual Lab un asset particolarmente versatile e adatto a molteplici ambiti e campi di applicazione.

I servizi erogati dal Visual Lab sono, a titolo esemplificativo, i seguenti:

  • Analisi dati di mobilità e trasporto merci.
  • Ottimizzazione reti e servizi di trasporto.
  • Supporto alle decisioni di pianificazione.
  • Realizzazione sistemi di visualizzazione a n-dimensioni.
  • Realizzazioni di strumenti interattivi per i processi partecipati.
  • Implementazione di strumenti innovativi per la fruizione dei beni culturali con l’ausilio di Modelli 3D e tecniche di rappresentazione a 360°.
  • Realizzazione di strumenti di training per gli operatori del territorio basati su simulazioni animate interattive in ambiente virtuale.

Nel contesto torinese sono state realizzate diverse iniziative basate sulla realtà virtuale finalizzate ad incrementare l’accessibilità dei Musei. Tra esse vi sono ad esempio le mostre virtuali messe a disposizione dalla Fondazione Torino Musei su Palazzo Madama, il Museo di Arte Orientale e la Galleria di Arte Moderna

Lab e attrezzature:

  • Virtual Reality Lab, uno spazio fisico composto da dispositivi per la creazione di ambienti virtuali che permette di aumentare la percezione sensoriale dell’utente (visori VR di ultima generazione), interagire con l’ambiente fisico (Joypad e Controller) e raccogliere dati spaziali a 360° (sistemi di fotocamere).
  • Suite di software per la modellizzazione e il rendering 3D (Unity, Maya, Substance Painter, Marvelous), l’ottimizzazione di textures (Adobe Creative Cloud) e la creazione di virtual tour (Homepreview).
  • Interactive Visualization Tool (InViTo), uno strumento che guida gli utenti nella costruzione della conoscenza e consapevolezza spaziale attraverso l’interazione con mappe dinamiche, a supporto degli operatori nelle decisioni strategiche.
  • COMPLEXCITY e GISUALISATION, metodologie che permettono l’interrogazione interattiva di dataset complessi e l’integrazione di visualizzazioni multidimensionali all’interno dei sistemi decisionali.
  • MC-SDSS Maps, una metodologia di analisi multicriteri applicata agli Spatial Decision Support Systems, utilizzabile in workshop con utenti non esperti.

Modalità di accesso

Accesso trasparente e standardizzato secondo una procedura interna che prevede la verifica delle condizioni di fattibilità e l’attinenza delle attività proposte rispetto alle linee strategiche del Visual Lab

Tesi realizzate in collaborazione con Visual Lab