Domini di ricerca.

Advanced Computing, Photonics & Electromagnetics

Il dominio Advanced Computing, Photonics & Electromagnetics presidia le tecnologie computazionali innovative, lavora cioè sulle applicazioni del cosiddetto “computing continuum”, la computazione ad alta prestazione (HPC) e il Quantum Computing. Nello specifico la ricerca è focalizzata sull’integrazione di hardware e software su aspetti di computing e communication ad alte prestazioni.
Il team lavora inoltre, sulle tecnologie fotoniche nello sviluppo di fibre ottiche innovative e nell’individuazione di nuovi paradigmi tecnologici e applicativi della fotonica ed è responsabile del laboratorio di fotonica che nasce dalla collaborazione decennale di LINKS con il centro interdipartimentale PhotoNext.
il dominio integrerà anche le attività di modellazione finalizzate alla progettazione e prototipazione di antenne non convenzionali ad alte prestazioni, lo sviluppo di software per simulazione elettromagnetica per strutture elettricamente complesse specie in termini di dimensioni (che necessitano di soluzioni veloci in termini di tempo di computazione) e lo studio di sistemi di diagnostica e misura di antenne.
Le tematiche sopra elencate sono certamente pervasive e abilitanti in molti domini applicativi ma trovano un dominio applicativo “naturale e forte” nell’industria aeronautica, spaziale e nella difesa.
Il dominio è responsabile anche del nuovo laboratorio di elettronica e prototipazione rapida, E2PLab, vista la forte interazione con la prototipazione di antenne: il laboratorio è a servizio non solo di tutti i ricercatori LINKS ma anche dell’ecosistema dell’innovazione territoriale.

AI, Data & Space

Il dominio AI, Data & Space svolge un ampio spettro di attività di ricerca e innovazione, focalizzandosi su tematiche pervasive e di frontiera che prevedono l’ideazione e la prototipazione di applicazioni basate sull’Intelligenza Artificiale e sui Sistemi Spaziali. Queste si sviluppano attraverso la valorizzazione dalla vasta e crescente disponibilità di dati tramite l’utilizzo delle tecnologie hardware e software che permettono la raccolta e l’elaborazione di Big Data.
Le attività di ricerca applicata, con l’obiettivo di supportare l’innovazione e la digitalizzazione di prodotti e servizi a supporto del mondo imprenditoriale, si sviluppano in diverse aree di impatto come, ad esempio: la sicurezza, la sostenibilità ambientale e la lotta ai cambiamenti climatici, l’energia e l’industria, l’agroalimentare, la salute e il benessere, l’inclusione sociale.
Le tematiche di ricerca rivolte ai sistemi spaziali si orientano prevalentemente all’elaborazione di dati e segnali forniti dai sistemi Europei Galileo e Copernicus e ne promuovono l’utilizzo in un’ampia gamma di scenari applicativi integrati con dati e sistemi terrestri.
Le soluzioni intelligenti ideate dal dominio sono pensate per gestire tutta la catena del valore del dato: dai sistemi di raccolta all’elaborazione e fusione di dati eterogenei (es. serie numeriche, testi, foto e video) provenienti da diverse fonti (es. satelliti, reti IoT, dispositivi indossabili, web e dispositivi personali), fino alla valorizzazione degli stessi attraverso lo sviluppo di agenti software intelligenti basati su tecniche di intelligenza artificiale come machine-learning e deep-learning. Tutte le soluzioni sono progettate con una metodologia che mette l’uomo al centro dei processi e propone una rappresentazione efficace delle informazioni e una elevata fruibilità delle soluzioni.
Il dominio di ricerca include il laboratorio di Navigazione Satellitare (NavSAS Lab).

Connected Systems & Cybersecurity

Presidia le tecnologie del mondo ICT legate ai sistemi cyber-fisici connessi (CSP), ovvero il trattamento del dato da sensori, la robotica di servizio (quali droni e ground robot). Vengono sviluppate tematiche di: interoperabilità semantica tra dispositivi e sotto-sistemi eterogenei; sviluppo di approcci multi-agente e modellizzazione di logiche di comportamento per supportare la distribuzione dell’intelligenza tra diversi dispositivi e sotto-sistemi IoT/CPS (swarm intelligence); reti wireless a bassa potenza e velocità di trasmissione dati, piattaforme e soluzioni IoT/CPS; impiego di tecniche di analisi dati integrate con soluzioni di decision science per abilitare approcci predittivi e di ottimizzazione dei processi industriali.
Un altro importante elemento applicativo sono le tecnologie wireless (applicazione e ottimizzazione di reti wireless WiFi e 5G) e le relative architetture innovative (SDN, MEC) in contesti eterogenei, primi fra tutti quelli veicolare e Industry 4.0.
Focus della ricerca è la Cybersecurity dei sistemi industriali e degli oggetti, si lavora sull’identificazione e analisi di minacce e vulnerabilità degli attuali sistemi connessi per poi progettare soluzioni appropriate ed efficaci di difesa. Le attività vertono anche sull’identità digitale degli oggetti connessi al fine di assicurare la mutua autenticazione delle sorgenti, l’integrità e la riservatezza delle comunicazioni e per facilitare l’implementazione dei meccanismi di autorizzazione, tematica centrale nella digitalizzazione industriale. Il gruppo responsabile del laboratorio di Cybersecurity (Cyber Range) e di del laboratorio di Robotica.

Future cities & communities

Il dominio di ricerca Future Cities & Communities (FCC) di LINKS ha come missione contribuire a costruire le città e le comunità del futuro accelerando il cambiamento verso l’innovazione e la sostenibilità, mediante l’utilizzo di tecnologie digitali e modelli di pianificazione che mettono le persone al centro.
Il team è composto da circa 30 ricercatori con competenze complementari: ingegneri, matematici, informatici, data scientist e pianificatori.
FCC opera su 3 programmi di ricerca applicata: 1) City, Mobility & Logistics, 2) Energy & Environment, 3) ICT for Cities & Communities.
I progetti sono focalizzati su pianificazione e modellistica dei trasporti e della mobilità; logistica sostenibile, circolare ed efficiente; rigenerazione urbana user-centric; controllo e ottimizzazione di reti energetiche; cambiamento climatico e impatto ambientale, applicazioni blockchain e telemedicina.

Obiettivi.

Accelerare la Competitività

In un contesto di epocale cambiamento (i rapporti economici, le relazioni sociali, il mercato, i ruoli delle diverse istituzioni pubbliche e private, a tutti i livelli – locale, nazionale e internazionale – sono destinate ad un profondo mutamento), Fondazione LINKS non può permettersi di interagire verso l’esterno senza tener conto del contesto in cui è inserita. Diventa essenziale i) leggere e comprendere le nuove esigenze dei principali (vecchi e nuovi) stakeholder di LINKS e ii) fornire in parte alla Governance ma soprattutto ai Domini di Ricerca le informazioni e gli strumenti per definire una strategia coordinata che risponda a tali esigenze, portando commesse, ordini e progetti su ricerca finanziata o ricerca commissionata; una strategia comune che permetta di reagire e rilanciare le proprie attività in un contesto di difficoltà, crisi economica e crescente difficoltà a vincere progetti di ricerca finanziata nel nuovo programma quadro FP9 (Horizon Europe); una strategia basata sempre sui due pilastri fondamentali per LINKS: l’eccellenza scientifica e l’impatto sul mercato e la società. L’obiettivo deve adempiere alle missioni di Marketing Strategico, Trasferimento Tecnologico e Progettualità Congiunta col chiaro scopo di dare supporto ai Domini al fine di mantenere e aumentare i volumi di progetti di ricerca finanziata o commissionata (detti “commerciali”). – Il Marketing Strategico, deve individuare i “mercati di riferimento”, ovvero l’intersezione tra i segmenti di soluzioni che soddisfano i bisogni e gli interessi degli stakeholder di LINKS e i “prodotti di mercato” di LINKS, ovvero le soluzioni, i prodotti, i servizi e i risultati che la Fondazione ha generato. Da questo ascolto di mercato nasce anche l’input di orientamento strategico delle tematiche da affrontare, che il Marketing Strategico dovrà condividere con i Domini, al fine di indirizzarne l’operato. – L’acceleratore di Trasferimento Tecnologico ha la responsabilità di portare l’innovazione dentro le imprese, tramite il processo di trasferimento tecnologico, dalla creazione e gestione di risultati di progetto (es. KER) alle azioni di dissemination e exploitation sino alla creazione di modelli di business. Scopo principale di questa missione è la valorizzazione della ricerca finanziata, in forte collaborazione con il Marketing Strategico e con il Business Model and Policy Innovation Manager, ma anche la creazione di IP e la sua cessione al mercato. – La Progettualità Congiunta ha per obiettivo definire, proporre e mettere in atto una strategia di programmazione, progettualità e attività che colgano le opportunità del mercato di riferimento individuate dal marketing strategico, tenendo conto delle risorse e delle competenze presenti (ma anche di quelle che si possono creare). La missione avrà inoltre l’obiettivo di fornire supporto all’elaborazione dei progetti (in particolare Horizon Europe, ma anche ESA, EDF o altri strumenti) garantendo uno standard forte di qualità all’interno di LINKS e fermo restando il ruolo principale dei Centri nell’elaborazione, scrittura e fornitura del concept tecnico. Questi tre pilastri saranno strumenti chiave in mano alla Governance per effettuare, tramite le sue articolazioni organizzative, l’attività di coordinamento di ricerca, sviluppo e innovazione negli ambiti legati ai mercati di riferimento dell’industria e dei servizi. ACO avrà un forte valore aggiunto nell’individuazione delle opportunità sia di ricerca finanziata sia di ricerca commissionata, nella strutturazione delle offerte, e potrà contribuire all’execution anche rendicontando impegno sui progetti finanziati.

Accelerare il Bene Comune

L’obiettivo Accelerare il Bene Comune lavora a supporto dell’attività Territoriale, rivolgendosi prioritariamente a enti e pubbliche amministrazioni, corpi intermedi, enti non profit, del terzo settore o culturali.
In particolare, l’obiettivo vuole essere di supporto a questi Enti, impegnati a vincere la sfida dell’innovazione, della trasformazione digitale e di processo. È una grande opportunità per inventare nuovi modi di lavorare, fare cultura, promuovere l’adozione di stili di vita sani e inclusivi, in un’ottica di bene comune. Tutto il comparto pubblico, quello sociale e non-profit sono chiamati ad una trasformazione dei processi e dei servizi qualunque sia la missione, la dimensione e la loro forma organizzativa.
L’Obiettivo ha il compito di utilizzare anche i risultati della ricerca svolta dai Domini, per tradurla in applicazioni per gli Enti sopra citati, portando loro prospettive di innovazione.
Con la sua azione, l’obiettivo creerà un “deal flow”, una pipeline di opportunità e occasioni di collaborazione con il coinvolgimento degli stakeholder già citati.

Accelerare l’Ecosistema Innovativo

L’Obiettivo Accelerare l’Ecosistema Innovativo intende posizionare LINKS come attore dell’accompagnamento tecnologico e come generatore di idee, di visione e di talenti per il territorio e nasce per garantire sviluppo e dinamismo dell’ecosistema innovativo. La capacità di creare un reale collegamento fra tecnologie innovative e il contesto socioeconomico di un territorio richiede un approccio multidisciplinare. L’Obiettivo lavora alla costruzione di questo tipo di collegamento agendo come “ecosystem builder”.
L’Obiettivo supporta LINKS nel suo nuovo ruolo di holding grazie a cui la Fondazione acquisisce partecipazioni in Enti e Società che sono funzionali allo sviluppo dell’ecosistema dell’innovazione e strumentali all’azione dei Soci.
Il team di AEI lavora inoltre su progetti focalizzati sull’Open Innovation e sul supporto e accompagnamento alla crescita di startup e spinoff deep tech. L’esperienza del gruppo favorisce lo sviluppo e il consolidamento di queste attività imprenditoriali ad alto tasso di innovazione attraverso consulenze specifiche per la creazione di business plan e la valorizzazione imprenditoriale di prodotti e applicazioni ad elevato contenuto tecnologico. Le attività sono realizzate in stretta collaborazione con gli attori più rilevanti dell’ecosistema dell’innovazione in cui opera LINKS. Fra questi, gli incubatori del Politecnico e dell’Università di Torino e l’Unione Industriali Torino.
L’Obiettivo mantiene i contatti con gli attori dell’ecosistema dell’innovazione torinesi ed italiani, monitorando l’evoluzione dei trend tecnologici ed imprenditoriali. In sinergia con il CTO, con l’Obiettivo Competitività e i ricercatori di LINKS, produce materiali divulgativi e, nell’ottica di favorire la cross fertilization fra ambienti diversi ed approcci tecnologici potenzialmente disruptive, organizza incontri tematici con attori di prestigio del panorama internazionale della tecnologia, dell’innovazione e dell’imprenditoria.
L’Obiettivo porta avanti due Missioni:

  • La Missione Piattaforma Open Innovation e Startup Support favorisce un approccio collaborativo attraverso accordi internazionali, sostegno economico a competizioni per startup, creazione di startup innovative, partnership con Università, centri di ricerca e incubatori per innovare specifici settori.
  • La Missione Talenti è pensata per gestire i talenti che entrano a far parte della Fondazione fin dal primo passo del loro percorso. Questo approccio vede tutti coloro che collaborano o che hanno collaborato con LINKS come una risorsa. Il punto di partenza è pensare all’ecosistema dell’innovazione locale come un soggetto in costante evoluzione che necessita di nuove figure professionali e di competenze aggiornate. Il percorso vede la collaborazione con il Politecnico di Torino e l’Università di Torino, ma anche con aziende del territorio e pubbliche amministrazioni nel’ambito di laboratori congiunti.